Drupal 6 navigazione veloce.
menu principale | colonna di navigazione a sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione a destra | piè di pagina

menu principale

contenuto principale

Ponti di Pace tra Bergamo e la realtà Israelo-Palestinese

"Negli scorsi mesi una delegazione delle scuole bergamasche si è recata a Gerusalemme per esplorare la possibilità di avviare un progetto di scambio con realtà israeliane e palestinesi, individuate tra quelle che sono più attive nella prospettiva di una convivenza pacifica. Con questo spirito si sono realizzati incontri fecondi, che potranno portare le nostre scuole ad avere con esse contatti sia diretti sia a distanza, nell’auspicio che si attuino anche incontri di docenti e di studenti con i loro corrispondenti israeliani e palestinesi". Le parole del Dirigente dell'USP di Bergamo, prof. Luigi Roffia, tracciano le linee guida del progetto Ponti di Pace tra Bergamo e la realtà Israelo-Palestinese rivolto alle scuole bergamasche.

Il primo gruppo che ha potuto visitare i territori Israelo-Palestinesi è stato composto da 29 studenti e 4 docenti del Liceo Scientifico Statale "Edoardo Amaldi" di Alzano Lombardo e del Liceo "Don Lorenzo MIlani" di Romano di Lombardia.

Il viaggio è stato effettuato nei giorni 24-29 Marzo 2010.

In allegato le circolari di presentazione del progetto.

Estratto dal documento RELAZIONE FINALE

Finalità: far conoscere oltre gli stereotipi e i pregiudizi ideologici la realtà socio-politico-religiosa di Israele e Palestina. Avviare gemellaggi e scambi-viaggi di istruzione con scuole di questi territori. Incontrare persone e progetti che sostengono cammini di riconciliazione.

Nuclei tematici e obiettivi di apprendimento: Religioni monoteiste (Ebraismo Cristianesimo Islamismo) e ricadute culturali. Storia di Israele. Storia del conflitto israelo-palestinese. Elementi di tensione socio-politica attuali. La questione delle risorse: terra-acqua.

Valutazione: si sottolinea la grande positività dell’esperienza vissuta sia dal punto di vista didattico-culturale che dal punto di vista umano-formativo. È stato pienamente realizzato l’obiettivo di incontrare persone, istituzioni, comunità che ci hanno evidenziato tutta la complessità della difficile convivenza israelo-palestinese. Parallelamente si sono effettuate visite ad alto contenuto storico-religioso-archeologico-naturalistico. Particolare riconoscimento va attribuito all’Agenzia Viaggi OVET per l’assistenza continua prima, durante e dopo il viaggio. Elemento determinante per la buona riuscita del viaggio è stata la guida locale, che ha dimostrato grande preparazione e qualità umane non comuni.

AllegatoDimensione
ponti_di_pace_(progetto).pdf66.08 KB
ponti_di_pace_(lettera_alle_scuole).pdf104.99 KB
ponti_di_pace_(corso_di_formazione).pdf86.56 KB
ponti_di_pace_(viaggio_esplorativo_giugno_2009).pdf59.31 KB

colonna sinistra

colonna destra

piè di pagina