Drupal 6 navigazione veloce.
menu principale | colonna di navigazione a sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione a destra | piè di pagina

menu principale

contenuto principale

Contributi per approfondire

Vivere la legalità è vivere il valore della regola come strumento di libertà e progresso; garanzia affinché le differenze di ognuno siano un arricchimento per tutti; protezione dalla violenza, dall'arroganza e dagli abusi di chi pensa di essere più forte.

Vivere la legalità è consapevolezza che non vi sono scorciatoie nella vita e che la via più breve ha sempre un prezzo alto che prima o poi dovrà essere pagato; essa è una scelta che esige partecipazione, capacità di critica ma, soprattutto, di autocritica, non disgiunta dalla solidarietà, senza il quale nessuna società può dirsi veramente civile.

Vivere la legalità è credere nelle istituzioni, crescere nella partecipazione democratica, nel pieno riconoscimento della centralità della persona.

Vivere la legalità è vivere la libertà; vivere la legalità è prima di tutto capirla: dove le leggi negano i diritti fondamentali dell'uomo, lì non c'è legalità; vivere la legalità significa accettarla, farla propria accogliendone le ragioni profonde e farne pratica quotidiana.

Vivere la legalità vuol dire condividerla, riconoscendo che dimensione costitutiva della persona è la relazione con l'altro, con la comunità più vasta che ognuno contribuisce a realizzare con la propria libertà e responsabilità.

Vivere la legalità significa non barattare diritti con favori; la legalità vissuta da tutti o, almeno dai più, aiuta a sconfiggere l'individualismo, gli interessi di parte, l'indifferenza.

Educarsi e formarsi alla legalità è dunque il passaporto per la vera cittadinanza, nutrito dalla necessità di dare qualcosa di sé per collaborare al BENE COMUNE cui tutti dobbiamo aspirare.

AllegatoDimensione
bibliografia legalità 2012.pdf39.42 KB
terminologia della camorra.pdf89.15 KB
viaggio Napoli 2013.pdf64.5 KB
Le vele (di Raffaella Bianchi).pdf23.08 KB
incontro serale 3 maggio 2013.pdf145.1 KB
lettera del padre.doc15.5 KB
da Gherardo Colombo, Sulle regole.doc113.5 KB

colonna sinistra

colonna destra

piè di pagina